Ultim'ora

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

 

PIERIS. Di fronte al terribile momento che il mondo stà vivendo a causa del coronavirus, il presidente del Coni Friuli Venezia Giulia, Giorgio Brandolin invita tutti a seguire il buon senso. Siamo una delle regioni più sportive d'Italia con 3000 società e migliaia di tesserati. Mai come ora, dobbiamo comportarci come una buona famiglia, rispettando doverosamente le ordinanze del governo nazionale e solidarizzando con gli operatori sanitari che stanno svolgendo un lavoro impressionante e difficilissimo, assieme ai volontari della Protezione civile e non solo, nell'attesa che questo incubo e tragedia passino il prima possibile.

 

Come massima istituzione sportiva regionale, in stretta sintonia con il CONI nazionale e con l'amministrazione del Friuli Venezia Giulia, posso affermare che siamo a disposizione di tutti coloro i quali avessero bisogno di informazioni e risposte.La nostra linea di contatto é sempre aperta. Basta andare sul sito friuliveneziagiulia.coni.it dove sono visionabili i numeri di telefono e gli indirizzi di posta elettronica operativi. Facendo riferimento al DL Cura Italia, per ciò che concerne le ASD, sono sospesi i versamenti dei canoni di locazione e concessori relativi all’affidamento di impianti sportivi pubblici dello Stato e degli enti territoriali, la sospensione dei versamenti delle ritenute, dei contributi previdenziali ed assistenziali, l'IVA in scadenza ed i premi dell'assicurazione obbligatoria, fino al 31 maggio 2020. Spero, ha aggiunto Brandolin, che questo provvedimento abbia un aggiornamento soprattutto per ciò che concerne la scadenza dei pagamenti. Non il 30 giugno ma un'altra data più in là nel tempo così come auspico che si istituisca, in tempi strettissimi, un Fondo di garanzia presso la Cassa depositi e prestiti, come proposto dalla regione Friuli Venezia Giulia, per sostenere le imprese del settore, l'ampliamento ed il rifinanziamento del Fondo sport e salute, l'implementazione al 100% del credito di imposta per erogazioni liberali (sport bonus) e la proroga immediata dello stesso per le annualità 2021 e 2022. La Regione Friuli Venezia Giulia, ha concluso il presidente del CONI regionale, ha fatto un primo stanziamento di 33,4 milioni di euro per fronteggiare la crisi. Nel ddl, si trova anche la disposizione, in deroga a quanto previsto dai bandi e dai regolamenti, di differire, a tutto il 2020, il periodo di svolgimento di eventi e manifestazioni turistiche, ammettendo il riconoscimento delle spese già sostenute, anche se l'evento non si è svolto. 

 

Foto: il presidente del CONI FVG nel giardino di casa, aderendo all'iniziativa #iorestoacasa
Brandolin

Banner 2