Ultim'ora

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Guerrino Cerebuch, l’arbitro triestino di basket, è il testimonial per lo sport contro la violenza. L’occasione per annunciarlo è stata l’iniziativa promossa dalla Delegazione Coni di Trieste in collaborazione con la Scuola Regionale dello Sport nell'ambito del Progetto “Buone pratiche conto gli abusi e maltrattamenti” nel primo di tre appuntamenti in calendario che si è svolto giovedì nella Sala Olimpia del Coni a Trieste. Guerrino Cerebuch è intervenuto per espriemere la massima attenzione al problema, un’attenzione raccolta dal Comune di Trieste, presente con l’assessore Laura Famulari, co-promotore dell’iniziativa. Il tema ‘Omofobia’ è stato trattato da Margherita Bottino (psicologa) e Mariagrazia Giachin (psicologa psicoterapeuta), Coordinatrice del Gruppo Specialistico Mal.Ab. che ha realizzato il manuale “Fuori-Gioco: Lo sport contro la violenza. Il ruolo dei tecnici sportivi nella prevenzione di maltrattamenti e abusi su bambini e ragazzi”, pubblicato dalla Scuola  Regionale dello sport, e presentato nell’occasione. I prossimi appuntamenti (h 18-20) in via dei Macelli (Sala Olimpia): martedì 19 novembre, La violenza nello sport (Lucia Beltramini, psicologa, Luciano Lippolis, psicologo psicoterapeuta); giovedì 28 novembre, Prevenire ed affrontare il bullismo,  (Erica Garavelli, psicologa psicoterapeuta).

foto Mal Ab