Ultim'ora

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Il Presidente del Coni regionale, Giorgio Brandolin, lo scorso mercoledì ha incontrato l’Upi, Unione Province d’Italia, ed ha presentato i programmi che il nuovo Comitato regionale del Coni intende promuovere in sinergia con il territorio.

“La riforma attuata dal Coni – ha detto Brandolin – ci consente di non perdere niente delle buone pratiche svolte fin qui sul territorio, iniziative, progetti, impiantistica, ma anche in merito alle delegazioni provinciali abbiamo individuato le condizioni per conservare le sedi e le principali funzioni”.

Nell’ambito dei rapporti istituzionali Provincia-Coni dunque, non si registrano scosse e per quanto riguarda le risorse, pur essendo il bilancio diventato unico e gestito centralmente a Trieste, è stato ribadito che quanto sarà reperito dal territorio (ovvero dai delegati provinciali) verrà interamente utilizzato dallo stesso territorio. Il presidente Giorgio Brandolin ha tracciato infine le coordinate principali del Progetto 3S (Scuola Sport Salute), dove ha incontrato peraltro riscontri aggiornati e competenti da parte degli interlocutori ed in particolare, Enrico Gherghetta, Eligio Grizzo e Rodolfo Ziberna.