Ultim'ora

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

 

"Siamo partiti!". Potrebbe essere uno slogan, ma è la sintesi dell'intervento di Manuela Di Centa in occasione del convegno Sport e Scuola che si è tenuto a Trieste, nel Savoia Excelsior Palace. Una soddisfazione esplicita è stata quella dell'Onorevole Di Centa nell'esporre il lungo e complesso percorso di avvicinamento dei mondi dell'istruzione e dello sport poi sfociato nell'alfabetizzazione motoria, che è stata finalmente avviata in Italia e per la quale il Friuli Venezia Giulia ha fatto da modello. Proprio per questo la soddisfazione è stata condivisa anche dagli altri relatori nell'ambito delle rispettive specificità, da Emilio Felluga ed Elio De Anna che hanno introdotto i lavori, a Ernesto Mari, Ernesto Zanetti, Claudio Bardini, Giorgio Brandolin, Lorenzo Cella, Rodolfo Ziberna, Gloria Aita, Carla Carraro, Antonio Pasquariello, Ada Lantero, Guglielmo Antonutto, veri e proprio protagonisti diretti, che hanno offerto al folto pubblico progetti, spunti ed informazioni. E particolarmente soddisfatto è stato anche Francesco Cipolla, presidente della Scuola Regionale dello Sport ed organizzatore dell'evento, che ha così completato una stagione 2011/2012 che ha registrato ben 11 appuntamenti approfondendo argomenti quali la sicurezza degli impianti sportivi (2), i problemi dei minori (2), i rapporti Coni-periferia (3), gli aspetti fiscali (1) e Scuola&Sport (3).