Ultim'ora

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

 

Lunedì 15 aprile 2019, nella Sala Congressi del Nuovo Polo Culturale Casa Maccari di Gradisca d’Isonzo, si é tenuta la presentazione ufficiale del Torneo delle Nazioni - Trofeo Schmucker.

Sedicesima edizione del Torneo maschile U15, quarta di quello femminile U17 e seconda del Futsal maschile U19. Per comprendere l’importanza di questo evento dedicato al calcio giovanile mondiale, basta leggere l’elenco delle squadre partecipanti per capire che la qualità del “Delle Nazioni Cup” ha raggiunto ormai un livello altissimo sia dal punto di vista qualitativo sia sotto l’aspetto della promozione ed immagine dell’intero territorio regionale.

Venti nazioni, quasi 1000 giocatori (tra U15 maschile ed U17 femminile), 3 nazioni ospitanti, 50 comuni coinvolti e relativi campi di calcio, 3 tornei, 150 Volontari, quasi 10.000 atleti in 15 edizioni, tra cui gli attuali millenials Timothy Weah (figlio di George), giocatore del PSG, in prestito al Celtic e della nazionale USA e Moise Kean della Juventus e della nazionale italiana. A questi incredibili numeri sidevono aggiungere anche tutti i Comuni della regione che hanno offerto la loro disponibilità e le relative società sportive territoriali ed i comitati locali austriaco e sloveno. Dal 27 aprile vedremo all’opera queste nazionali: AUSTRIA, EAU, GIAPPONE, INDIA, INGHILTERRA, MACEDONIA, MESSICO, NORVEGIA, PORTOGALLO, QATAR, REP. CECA, RUSSIA, SLOVENIA, TURCHIA, USA, ITALIA (Torneo U15), COREA DEL NORD, GIAPPONE, MACEDONIA, MESSICO, NORVEGIA, SLOVENIA, RUSSIA, ITALIA (Torneo femminile U17), SLOVENIA, SPAGNA, UCRAINA, ITALIA (Torneo Futsal U19).

Alla presentazione dell’evento sono intervenuti il presidente del Torneo delle Nazioni Nicola TommasiniOtmar Komen in rappresentanza del comitato organizzatore sloveno, il sindaco di Gradisca Linda Tomasinsig ed il consigliere regionale Antonio Calligaris (accompagnato dal collega Diego Bernardis).

Come tradizione, sono state consegnate alcune targhe di riconoscenza, tra cui la panchina verde al tecnico del Ronchi calcio, Franco Pruonto, alla giornalista di SKY Sport, Marina Presello, ed al Direttore Generale dell’Udinese Calcio, Franco Collavino, premiato da Franco Tommasini e Giorgio Brandolin, i due ideatori del Torneo delle Nazioni di calcio giovanile.

Durante la mattinata sono state consegnate le maglie del centenario dell’Itala San Marco ai due giorcatori dell’Udinese Ignacio Nacho Pussetto e Rolando Mandragora (capitano della Nazionale italiana Under 21) ed é stato illustrato il progetto scuole da parte di Massimo Piubello e la Direttrice scolastica di Gradisca d’Isonzo, la professoressa Eleonora Carletti a cui é stata consegnata una targa per la continua collaborazione negli anni con il comitato organizzatore del torneo nel promuovere e sviluppare varie sinergie legate allo sport ed alla didattica. In questa edizione 2019 il Contest dal titolo "L’INTEGRAZIONE DEI POPOLI NELL’AMBITO SCOLASTICO, ANCHE ATTRAVERSO LO SPORT” ha visto la partecipazione di classi di Gorizia, Gradisca d'Isonzo e Pordenone. I ragazzi hanno realizzato vari video (della durata massima di 3 minuti) il cui tema doveva fare riferimento al titolo del contest. Le premiazioni finali del progetto si terranno al termine del torneo, al TIARE di Villesse, sponsor dell’iniziativa dedicata alle scuole.

Foto di Bumbaca: Giorgio Brandolin e Franco Tommasini consegnano la targa a Franco Collavino

Cliccando QUI é possibile vedere il video con le interviste

2019 PresentazioneTorneoNazioni