Ultim'ora

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

 

Otto giorni di gare, millecinquecento atleti tra i 14 e i 18 anni e cinquanta Nazioni partecipanti. Sono questi i numeri dell'EYOF invernale che la regione Friuli Venezia Giulia ospiterà nel 2023. Numeri che sono emersi dalla conferenza stampa di presentazione svoltasi stamane nella sala multimediale del palazzo della Regione Friuli Venezia Giulia di piazza dell'Unità d'Italia a Trieste alla presenza del Presidente, Massimiliano Fedriga, dell'Assessore regionale alla Cultura e Sport, Tiziana Gibelli, del vice Presidente del Consiglio regionale, Stefano Mazzolini, del Presidente regionale del CONI, Giorgio Brandolin, del Project Manager, nonchè Presidente regionale della Federazione Italiana Sport Invernali, Maurizio Dunnhofer, del Campione Olimpico Silvio Fauner e presentata dal maestro di cerimonia e speaker olimpico, Stefano Ceiner.

 

La 16^ edizione dell'European Youth Olympic Festival coinvolgerà tutta la regione. La cerimonia di apertura si terrà a Trieste, quella di chiusura a Udine mentre i campi gara si dislocheranno tra Sella Nevea, Tarvisio, Pontebba, Zoncolan, Forni Avoltri, Sappada, Forni di Sopra, Claut e Piancavallo.

 

Grande soddisfazione è stata espressa dal Presidente Brandolina nome del mondo sportivo regionale. "Dopo l'EYOF estivo portato a casa dall'ex Presidente del CONI Felluga e organizzato a Lignano Sabbiadoro nel 2005, la regione Friuli Venezia Giulia si appresta a vivere un altro importante avvenimento sportivo internazionale con la benedizione del Presidente del CONI Nazionale Malagò, di quello dei Comitati Olimpici Europei, Janez Kocijančič, e del Presidente del CIO, Thomas Bach, ben consapevoli delle ottime capacità organizzative e professionalità dei nostri dirigenti. La nostra regione è incastonata tra Austria e Slovenia e sicuramente ci sarà una collaborazione con questi Paesi, anche in virtù del fatto che, con buona probabilità, l'EYOF estivo 2023 verrà assegnato a Capodistria".

 

Il Project Manager dell'EYOF 2023, Maurizio Dunnhofer si dice "stra felice" per questa assegnazione. "Sono anni che lavoriamo in silenzio per questo progetto e ci aspetta un periodo di duro lavoro. Ringrazio tutti i presenti ma, in particolar modo, il Presidente Fedriga, l'Assessore Gibelli, il Presidente del CONI Brandolin ed il vice Presidente Mazzolini. Questa è una vittoria per tutti. I Giochi saranno di tutti e ringrazio sentitamente Silvio Fauner che ci aiuterà in questa avventura".

 

L'Assessore Gibelli parla di miglior risultato del 2018. "La Regione Friuli Venezia Giulia sta investendo sui giovani e sullo sport tanto da erogare un contributo straordinario per la FISI. L'EYOF sarà una vetrina internazionale che porterà dei risultati in ricaduta. Sono contenta di questa assegnazione e ancora di più in considerazione del fatto che ora anche Sappada completa il nostro patrimonio territoriale".

 

Il Presidente Fedriga si dice entusiasta di questa avventura. "Non mi aspettavo questo risultato nei primi sei mesi di mandato", confessa. "Da qui al 2023 la regione Friuli Venezia Giulia ospiterà diversi eventi internazionali, come l'ESOF 2020, e avremo gli occhi di turisti ed investitori puntati addosso. Fortunatamente, aldilà del colore politico, stiamo tutti lavorando per un intento comune, ossia quello di portare in alto il nome della nostra regione. Abbiamo anche chiesto sostegno alla Presidenza del Consiglio dei Ministri per gli investimenti che verranno fatti sul nostro territorio, stimati in circa 10 milioni di euro, per garantire un corretto svolgimento della manifestazione. Stiamo inoltre lavorando per incentivare gli investimenti anche da parte di privati, soprattutto per l'ammodernamento delle strutture alberghiere. Nella legge di bilancio, infatti, ci saranno delle agevolazioni per chi investirà in montagna, nelle zone B e C, con l'azzeramento dell'Irap".

 

VIDEO DI PRESENTAZIONE

#roadtoeyof2023

 

presentazione eyof