Ultim'ora

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

 

A conclusione del 13° Torneo delle Nazioni e del 1° Torneo Internazionale di calcio femminile under 17, il Comitato Organizzatore intende ringraziare quanti hanno contribuito, a vario titolo, al successo della manifestazione.

 

Il “Mundialito gradiscano”, organizzato dal CONI regionale del Friuli Venezia Giulia e dall'ASD Tornei ed Eventi Internazionali, in stretta collaborazione con il Comune di Gradisca d'Isonzo, ha avuto un forte impatto transfrontaliero, grazie alla concreta ed entusiastica collaborazione delle federazioni calcistiche della Slovenia (Nova Gorica) e dell'Austria (Mauthen-Klagenfurt, Carinzia) lanciando un forte messaggio di amicizia, fratellanza e rispetto reciproco tra i popoli.

 

18 sono state le nazionali ospitate nelle nostre terre (Austria, Brasile, Croazia, Inghilterra, Giappone, Messico, Norvegia, Qatar, Slovenia, Russia, Usa ed Italia per il Torneo Maschile e Italia, Iran, Stati Uniti, Inghilterra, Francia e Messico per quello femminile).  Le stesse hanno sfilato alla cerimonia inaugurale del 24 aprile scorso insieme alla Brigata di cavalleria "Pozzuolo del Friuli", ad un gruppo di associazioni sportive locali con la collaborazione dei Carabinieri che hanno provveduto all’alzabandiera.

 

La presentazione ufficiale, tenutasi al Nuovo Teatro Comunale di Gradisca d'Isonzo il 9 aprile scorso, ha visto, come padrino e testimonial d’eccezione, il campione del mondo 2006 Marcello Lippi il quale si é complimentato con l'organizzazione per tale prestigioso evento sportivo, dedicato agli allievi. Per l'ex CT della nazionale iniziative come queste devono essere un esempio a livello nazionale ed internazionale, non soltanto sotto l'aspetto prettamente agonistico e sportivo, ma anche dal punto di vista sociale ed educativo. Ospite dell’organizzazione anche il Dirigente RAI Carlo Paris che ha voluto complimentarsi con gli organizzatori per essere riusciti a portare, in occasione della prima edizione del torneo femminile U17, anche la nazionale iraniana.

 

Il 28 aprile, in occasione del Mundialito transfrontaliero, si è tenuto il meeting "Lo sport unisce, abbatte i confini". Il Presidente del CONI, Giovanni Malagò, accompagnato dal Segretario Generale, Roberto Fabbricini e dall'Amministratore Delegato di CONI Servizi, Alberto Miglietta, si è recato a Gradisca e ha incontrato gli studenti delle scuole primarie di Gradisca e Villesse e gli studenti dei Licei Sportivi presenti in regione. Il Presidente ha promosso i valori dello sport, quali il rispetto, l'amicizia, l'integrazione, la disciplina e la crescita, e si è soffermato sulle prossime sfide ed opportunità, tra cui la candidatura olimpica di Roma 2024. A conclusione dell’incontro pubblico, i vertici del CONI hanno incontrato il dott. Thani Abdulrahman Al-Kuwari — Segretario Generale del Comitato Olimpico del Qatar.

 

Il 30 aprile, in occasione della partita di Serie A Udinese-Torino, le nazionali sono state ospiti dell’Udinese Calcio nella nuova Dacia Arena. I ragazzi hanno così avuto la possibilità di sfilare, prima dell’inizio della partita, nel nuovo gioiello di Udine, tra gli applausi dei numerosi tifosi friulani presenti.

 

L'atto conclusivo della tredicesima edizione del Torneo delle Nazioni di calcio giovanile internazionale Under 15, é andato in scena, il 1° maggio, allo stadio Colaussi di Gradisca d'Isonzo. Nella finale si sono affrontate due ottime squadre, la Slovenia ed il Giappone che hanno espresso un bel gioco ed un calcio moderno. Al fischio finale il risultato ha dato ragione agli sloveni che si sono aggiudicati l'incontro 2 a 1, vincendo la 13^ edizione del Torneo. Nel Torneo femminile, conclusosi il 28, la Francia ha battuto l’Italia per 1 a 0 e le premiazioni si sono svolte nella spettacolare cornice del Teatro Nuovo di Gradisca.

 

Grande successo hanno ottenuto le dirette in LIVE streaming e le cronache delle partite sono state seguite da diversi appassionati in 14 paesi differenti. Inoltre, la partita tra Slovenia e Stati Uniti del 26 aprile scorso, giocata a Bilje, ha visto sugli spalti la prestigiosa presenza di un tifoso d’eccezione: l’Ambasciatore degli Usa in Slovenia, Hartley.

 

Ciò che però resterà negli occhi di tutti è l’abbraccio prepartita fra le ragazze di Stati Uniti ed Iran che ha riscritto, nella sua disarmante semplicità, un pezzo di storia del Torneo delle Nazioni di Gradisca e, piu’ in generale, delle relazioni a lungo problematiche fra i due Paesi. Lo sport, e in particolare il calcio, ancora una volta si è confermato uno straordinario veicolo di dialogo e di integrazione fra le giovani generazioni.

Iran Usa