Ultim'ora

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo
Questa mattina, nell'ambito del Torneo delle Nazioni di calcio giovanile internazionale Under 15, é intervenuto, al teatro Nuovo di Gradisca d'Isonzo, il Presidente del CONI, Giovanni Malagò, ospite del comitato regionale.
 
Di fronte ad una sala gremita di persone, tra cui molti studenti e giovani sportivi, il Presidente del CONI ha voluto ringraziare il comitato organizzatore del torneo delle nazioni per il messaggio lanciato a livello internazionale. Lo sport unisce ed abbatte i confini é uno slogan che dobbiamo adottare tutti quanti noi, vecchie e nuove generazioni. Il vostro evento calcistico é un esempio che dev'essere divulgato e copiato a livello nazionale perché racchiude i valori universali dello sport: rispetto, amicizia, integrazione, disciplina, crescita e sacrificio.E' su queste basi e sulla grande tradizione sportiva italiana che stiamo lavorando per trovarci pronti, nel settembre 2017, al verdetto che assegnerà le Olimpiadi estive 2024, di cui ROMA é una delle città in lizza insieme a Los Angeles, Budapest e Parigi. Con queste parole Malagò si é rivolto soprattutto alle scolaresche presenti.
 
Il Mundialito transfrontaliero, ha sottolineato il Presidente regionale del CONI Giorgio Brandolin, dimostra che, se si vuole, é possibile convivere nel rispetto delle diversità, costumi, tradizioni dei diversi popoli e nazioni. La dimostrazione di ciò é legata al fatto che, nella prima edizione femminile del torneo, si sono incontrate le due delegazioni e squadre degli Stati Uniti e dell'Iran, nel nome del calcio e dello sport.
 
Il Sindaco di Gradisca d'Isonzo, Linda Tomasinsig ha voluto ricordare la lunga tradizione locale nell'accoglienza di atleti, giovani e delegazioni internazionali ormai da molti anni e l'importanza che tale evento ha assunto edizione dopo edizione. Illustri nomi del calcio e dello sport raggiungono la nostra località in occasione di questo appuntamento. Quest'anno abbiamo avuto l'onore di avere il campione del mondo Marcello Lippi ed oggi, il Presidente Malagò, ha concluso Tomasinsig.
 
Per il Presidente della provincia di Gorizia, Enrico Gherghetta, lo sport, oltre ad essere un veicolo promozionale dei valori sopracitati, dev'essere, prima di tutto, divertimento ed integrazione.


 
A rappresentare il governo del Friuli Venezia Giulia é intervenuta l'Assessore all'ambiente Sara Vito, la quale ha ricordato la continua attenzione che l'amministrazione regionale pone allo sport, consapevole del ruolo centrale e di crescita soprattutto per i giovani.
 


Al termine dell'incontro Malagò ha risposto ad alcune domande da parte degli studenti presenti (hanno partecipato i licei sportivi Buonarroti di Monfalcone e Bachmann di Tarvisio, l'istituto primario di Villesse e la scuola di agraria di Gradisca) e poi, insieme al Segretario Generale, Roberto Fabbricini ed all'Amministratore Delegato CONI Servizi Alberto Miglietta, si é diretto verso Udine dove, nel pomeriggio, allo stadio Friuli-Dacia Arena, ha posto la firma sul contratto di affitto degli uffici destinati alle federazioni sportive della provincia che verranno inaugurati nel mese di settembre 2016 e che saranno ubicati sotto la tribuna della curva sud. A dare il benvenuto alla comitiva del CONI nazionale c'era tutto il management dell'Udinese calcio, in primis il Presidente Pozzo.

Prima di ripartire per Roma, presso la sala riunioni dell'aeroporto di Trieste, Malagò ha partecipato al consiglio regionale del CONI.
 
 
160428 MalagoAGradisca