Ultim'ora

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Disegni o racconti per esprimere l’idea di integrazione nello sport e con lo sport. È questo il senso del progetto“Sport di Classe” che è stato promosso per il secondo anno consecutivo dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, dal CONI, in accordo con il MIURrivolgendosi agli alunni delle scuole primarie. L’iniziativa, cui si poteva aderire con un disegno per le classi prime e seconde, un racconto sotto forma di articolo di giornale per le terze, quarte e quinte, ha riscontrato un successo importante, sono stati infatti ben 55mila gli elaborati realizzati, di cui oltre 1900 sono stati selezionati per la fase finale in rappresentanza di altrettanti istituti scolastici. Tra questi, sono stati 104 gli istituti scolastici vincitori (uno per provincia), individuati dagli Organismi regionali per lo Sport a Scuola, d’intesa con gli Organismi provinciali. La classe autrice del miglior elaborato di ogni provincia, in rappresentanza della scuola di riferimento, è stata premiata durante i Giochi di fine anno scolastico con un buono (190 euro) per l’acquisto di materiale sportivo e una targa ricordo che, per il Friuli Venezia Giulia sono state assegnate al Plesso Padoa dell’I.C. Dante Alighieri Trieste con il disegno della classe prima A e B dal titolo “Lo Sport rende tutti uguali”, al Plesso G. Torre dell’I.C. Pascoli Cormons, con il cartellone della classe terza “I valori dello sport che servono nella vita”, al Plesso Rosmini dell’I.C. Pordenone Sud con l’elaborato della classe quinta B, “L’integrazione: la vittoria più bella” ed al Plesso Piovegadell’I.C. Gemona con il cartellone della classe quinta A, “La vittoria più bella”.

 

TriesteDanteAlighieri.jpeg